Spazio Libero

La verità è sempre la correzione di un errore, e quindi l'errore fa parte della verità. (Giuseppe Prezzolini, 1980)

Pillole di satira_004

Posted by Marco su 19 ottobre, 2009

satira

Giappone, la first lady: “Ho volato su un UFO”. Cresce l’attesa per la presentazione del nuovo aereo presidenziale.

Via libera nel CDM alla Finanziaria ‘light’. Tremonti assicura che con questa legge molti italiani perderanno peso.

Una donna saudita chiede il divorzio perchè suo marito aveva memorizzato sul cellulare il suo numero con il nome ‘Guantanamo’. Al processo si presenterà con la tuta arancione.

Influenza A, muore un bambino. Aveva la meningite.

Camorra, sparito il baby-testimone che aveva assistito ad un delitto. I carabinieri pensano ad una fuga d’amore.

Barack Obama vince il Nobel per la pace. La Casa bianca: “Wow!”. Berlusconi: “Gulp!”. Borghezio: “Prrrr!”.

Musica: si sciolgono gli A-ha. E-eh?

Jenson Button campione mondiale di F1. Gli ufficiali di gara: “Non può esserci ancora ufficialità fino a quando Badoer non taglia il traguardo del Gran Premio del Belgio”.

Due minorenni uccidono 59enne e lo sezionano «Volevamo vedere gli organi interni». Ai miei tempi si usavano le lucertole.

Cecchi Paone sfiora la rissa nella trasmissione Domenica Cinque condotta da Barbara D’Urso. Pare che la lite sia scoppiata mentre si discuteva dell’influenza dadaista nella pittura di Dalì.

Una donna saudita chiede il divorzio perchè suo marito aveva memorizzato sul cellulare il suo numero con il nome ‘Guantanamo’. L’uomo ha dichiarato: “Mi dispiace, ma non ne potevo più delle sue scoregge notturne che mi privavano del sonno”.

Tremonti: “Credo nel posto fisso. Ma ho un’erezione tutte le volte che vedo la Gelmini sparare cazzate per giustificare i miei tagli”.

Confalonieri: «Berlusconi ottimo padre, forse non un buon marito». Di certo, un eccellente puttaniere.

Ex pugile olimpico rubava i portafogli ai turisti in Vaticano. Quando è stato fermato sembrava talmente rapito da quello che faceva che i carabinieri per farlo smettere hanno dovuto suonare la campana.

A Herta Müller il Nobel per la letteratura. A noi il piacere di scoprire chi è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: