Spazio Libero

La verità è sempre la correzione di un errore, e quindi l'errore fa parte della verità. (Giuseppe Prezzolini, 1980)

Rivelazioni non autorizzate

Posted by Marco su 13 ottobre, 2009

rivelazioni-non-autorizzate

La responsabilità di chi scrive i programmi didattici per le scuole e redige i libri di testo sono enormi. Fatta eccezione per la grammatica, la matematica e la geografia, materie ‘dimostrabili’, la Storia può essere soggetta a manipolazioni pericolose. Cresciamo con l’idea che esistano verità inconfutabili per il solo motivo che così ci è sempre stato detto e insegnato. Dopo la scuola difficilmente si va ad approfondire ciò che si è imparato tra i banchi. Spesso si impara un mestiere e dell’Unità d’Italia non ci frega più nulla. Oppure si continua a studiare la Storia all’università, ma su libri spesso scritti dal docente che tiene il corso o comunque imposti dalla programmazione d’istituto. Per chi non ha voglia di sgobbare sui libri, ci sono invece i documentari televisivi e i film storici, in larga parte americani, prodotti che spesso non fanno altro che corroborare le nostre convinzioni, i nostri dogmi culturali. Basta pensare alla sterminata filmografia sulla Shoah, la guerra in Vietnam o l’attacco a Pearl Harbour. Questi film sono stati le nostre lezioni di storia, con Spielberg e Stone a farci da insegnanti, trasformando le sale cinematografiche e i salotti domestici in aule scolastiche.

Rivelazioni non autorizzate si pone come un efficace antidoto contro le ‘imposture’ della Storia, per dirla con Roberto Scarpinato, a cui la nostra società ci ha abituato. Questo libro passa in rassegna la storia dei popoli e dei suoi momenti cruciali negli ultimi tre secoli, svelando al lettore le macchinazioni occulte che hanno influenzato in maniera determinante gli eventi che tutti conosciamo. Con rigorosa precisione nel citare le fonti ed incalzante ritmo narrativo, l’autore Marco Pizzuti ci spiega perchè la Storia che ci è stata tramandata non è il semplice risultato di spontanee iniziative dei popoli o gesti isolati inattesi e fuori controllo, ma l’incredibile prodotto dei piani di dominio di una ristrettissima èlite di uomini potenti, provenienti dal mondo della finanza e dell’industria, e accomunati dall’appartenenza a quella Massoneria presente ormai troppo spesso quando si discute dell’origine delle nostre infrastrutture economiche e societarie.

Accompagnati dalla consapevolezza di rivedere in toto le nostre convinzioni, la lettura di queste pagine ci fa ripercorrere gli anni della guerra d’Indipendenza degli Stati Uniti, della Rivoluzione Bolscevica, della Rivoluzione Francese, delle guerre mondiali, fino al conflitto israelo-palestinese ed alla recente guerra al terrorismo scatenata dagli Stati Uniti, spalleggiati da altre potenze occidentali, a seguito degli attentati dell’11 settembre 2001. Pizzuti riscrive la Storia con analisi impietose e radicali, povere di opinioni personali ma fertili di dati e documenti facilmente rintracciabili. La grande verità che emerge dalla sterminata mole di nozioni presente nel libro è una sola, e sferza le nostre vite, il nostro passato e il nostro futuro, con la mannaia della consapevolezza e dell’informazione: le unioni europee, le unità nazionali, le propagandate guerre di religione e le rivoluzioni ideologico-popolari non sono appannaggio esclusivo del nostro attivismo politico, ma rispondono a precisi progetti premeditati da coloro i quali detengono il potere economico, e cioè dalle lobbies finanziarie, per lo più di origine ebrea, e dalle multinazionali. Questi uomini non hanno credi religiosi. Il loro unico dio è il profitto e non si riconoscono in nessuna ideologia politica che non rechi loro vantaggio personale. Sono al di sopra di esse, mentre lasciano che gli uomini dibattano e si infervorino sulla politica quel tanto che basta per tenerli all’oscuro della grande scacchiera su cui essi vengono inconsapevolmente movimentati.

L’èlite striscia silenziosa all’interno di organizzazioni come il Bohemian Club o il Bilderberg Group e di società segrete massoniche. Tra queste la più importante è la setta degli Illuminati di Baviera, bollata come eretica dalla Chiesa, ma successivamente risorta e tramandata alle aristocrazie internazionali. L’èlite congiura per sfinire l’umanità e asservirla ai suoi interessi. Non fanno appello ad alcuna moralità o senso civico. Non rispettano le identità culturali dei popoli e i loro desideri di autodeterminazione. Fomentano guerre finanziando entrambi i fronti di battaglia. Come avvenne nel secondo conflitto mondiale, in cui i tedeschi non avrebbero mai conquistato mezza Europa se non avessero ricevuto ingenti carichi di armamenti di provenienza americana e britannica, ossia da quei paesi entrati in conflitto proprio contro il Terzo Reich. Il partito nazionalsocialista di Hitler, racconta Pizzuti, fu finanziato da Wall Street e la sua cerchia di banchieri, tra cui figurano i soliti nomi: Rothschild, Rockefeller, Warburg e Morgan. Tutto questo mentre in patria, nel cosiddetto ‘mondo libero’ a stelle e strisce, la propaganda nazionale tracciava il profilo del folle dittatore tedesco e preparava la strada ad un’entrata in guerra che di lì a poco la vicenda Pearl Harbour avrebbe propiziato.

La lettura di Rivelazioni non autorizzate offre la possibilità di capire cosa ha reso possibile lo scoppio delle guerre e il nascere delle rivoluzioni che hanno sconvolto gli assetti sociali fino ai giorni nostri. Apprendere che Stalin e Lenin erano massoni di origine ebraica che stringevano accordi con le lobbies affinchè si ingannasse la popolazione russa con la falsa utopia comunista, o che Prescott Bush, capostipite di una famiglia che ha generato due presidenti degli Stati Uniti, era in affari con Hitler da cui ricevette anche un riconoscimento ufficiale per la collaborazione offerta, notizie queste incredibilmente e colpevolmente trascurate dai testi storici ufficiali, è fondamentale per comprendere e decifrare la geopolitica attuale.

Il libro di Pizzuti descrive un modus operandi, un copione cioè sempre uguale a se stesso, che un gruppo elitario di uomini estremamente facoltosi attua da secoli per guadagnarsi la supremazia mondiale sulle genti e le risorse dei territori. L’elemento essenziale del potere dell’èlite è il controllo esercitato sulla emissione del denaro, attraverso ad esempio la pratica del signoraggio bancario, e sulle coscienze, attraverso la propaganda mediatica diffusa da organi di informazione al servizio del sistema. Il controllo del denaro garantisce la possibilità di generare crisi finanziarie laddove è necessario creare disagio sociale e quindi possibilità di intervento, mentre disporre dei mezzi di comunicazione consente di ottenere il sostegno dell’opinione pubblica su ogni operazione militare e sociale che le lobbies decidono di mettere in pratica.

Le tematiche trattate in Rivelazioni non autorizzate riconducono per molti versi alla Geometria del Male raccontata da Sigismondo Panvini, che affronta l’argomento ponendo però l’accento non già sui principali avvenimenti storici guidati dalla Massoneria, ma sulla natura esoterica e simbolica delle èlite di potere internazionali. Come spesso sono solito ricordare, libri come questo non devono essere il punto di partenza e di arrivo del nostro studio, ma semplici stazioni di passaggio, o stanze intermedie le cui porte possono condurci ad approfondire le nostre conoscenze e confrontare diverse fonti per verificare l’attendibilità delle tesi riportate.

Nonostante timidi e sporadici segnali di coscienza proveniente dalla politica attuale, come l’interrogazione parlamentare sul signoraggio dell’on. Buontempo, siamo purtroppo ancora molto lontani dal capire le circostanze che hanno portato l’umanità a vivere condizioni di ingiusta sperequazione delle ricchezze e soprattutto dal conoscere e riconoscere i responsabili.

“Quel che accade nel mondo non avviene per caso. Sono eventi fatti succedere, sia che abbiano a che fare con questioni nazionali o commerciali; e la maggioranza di questi eventi sono inscenati da quelli che maneggiano i soldi”. (Denis Healey, Ministro della Difesa britannico dal 1960 al 1974).

“L’individuo e’ talmente in difficolta’ quando viene faccia a faccia con una cospirazione cosi enorme che non puo’ credere che esista”. (Edgar Hoover, direttore dell’FBI dal 1924 al 1972).

Annunci

24 Risposte to “Rivelazioni non autorizzate”

  1. Me said

    Chi sono i signoraggisti ? :

    http://signoraggisti.blogspot.com

    La bufala del signoraggio :

    http://digilander.libero.it/photogian/signoraggio.pdf

    Siete solo una massa di nazisti cazzari.

  2. Natascia said

    Io che ho letto il libro penso che se proprio devo dare una connotazione politica a Pizzuti, questa è sicuramente di sinistra. Definire poi il signoraggio una questione nazista è pura ignoranza: Giulietto Chiesa è un nazista? Eugenio Benettazzo, David Icke e tutti gli altri personaggi pubblici della storia che hanno dneunciato la questione sono dei fascisti secondo te?

    Avanti popolo!
    Natascia

    • rosario giovanni said

      Hai ragione Natascia e credo che la prova del nove siano gli studi con tesi e dimostrazioni del grande Prof.Auriti.Le connotazioni destra e sinistra sono ridicole chiunque le sollevi.Noi siamo in una deriva che se non ci svegliamo saremo inghiottiti con tutto lo spreed e il falso debito pubblico.

  3. Vladimiro said

    Brava Natascia, chi nega l’evidenza del signoraggio o è ottuso o è un servo del capitale… e se anche ci sono dei fasci che lo sostengono è solo perchè tra le mille stronzate che dicono ogni tanto qualcosa l’azzeccano (si tratta di una legge statistica). Anche io ho letto il libro ed è straordianario come Pizzuti dimostra la mancata realizzazione dei principi comunisti nella ex-unione sovietica. Il vero comunismo in realtà non è stato ancora mai applicato ed era ora che qualcuno lo dimostrasse in modo così impeccabile.

    • Demetrio said

      Il più vicino è andata la ex Jugoslavia, sopratutto quando tutto è cominciato a lisciare 20-30 anni dopo la guerra. Ma… convivenza pacifica non era possibile… almeno cosi hanno detto coloro che non volevano che questa convivenza duri. Molto ben spiegato nel post di Marco “Una strategia imperialista per un Nuovo Ordine Mondiale: Le Origini della Terza Guerra Mondiale (Prima Parte)”

  4. Marco said

    La tattica di ‘Me’ è molto comune: evitare le tesi e delegittimare chi le sostiene. La proprietà della moneta, il signoraggio bancario e la sovranità monetaria sono tematiche che meriterebbero risposte più centrate sul merito. Il limite di persone come ‘Me’ (detto così fa un pò ridere) è restare confinati negli schemi mentali della politica dei partiti. O si è di destra o di sinistra. Se si è di destra, o meglio, neofascisti/nazisti, non si merita neppure di essere ascoltati. Idem se si è comunisti. Allora chi è degno di attenzione: i centristi?
    La questione della proprietà della moneta non è una ideologia, ma un aspetto concreto della vita economica di un paese. Non si può lasciare che l’ideologia prevalga sull’idea.
    Ho dato un’occhiata al sito http://signoraggisti.blogspot.com. Il prof. Auriti viene liquidato velocemente solo perchè era entrato nelle liste della Mussolini, persona criticabile per motivi che con il signoraggio non hanno molto a che fare. Nessuna parola circa le sue tesi esposte in libri e conferenze. Stessa sorte è toccata a Miclavez: era candidato con la Fiamma Tricolore. Ma sul suo sito scrive:
    “Destra, centro, sinistra, cosa cambia? Nel 2008 ero candidato nei Grilli Parlanti per il Senato (9.700 voti); nel 2009 nella Fiamma di destra (200 voti); chi mi vuole come candidato nella sinistra? Destra e sinistra nulla cambia; ciò che conta è: Per chiunque andrà nella stanza dei bottoni:Banche e Assicurazioni del Popolo !”.
    Ma per ‘Me’ Miclavez è solo un ‘nazista cazzaro’. Un’altro ‘importante’ motivo per cui non bisogna dar retta ai ‘signoraggisti’è che Forza Nuova e Borghezio sono d’accordo con loro. Ma la chicca è che Renzo Rabellino del partito NO Euro non ha credibilità perchè è stato denunciato da nientemeno che Beppe Grillo. Forse ‘Me’ non sa però che anche Beppe Grillo ha parlato di signoraggio ed era amico di Auriti. Insomma, tutto davvero molto convincente.
    Il libro di Pizzuti spiega chiaramente quanto peso abbiano avuto in passato le ideologie politiche e come i poteri forti se ne siano serviti per raggiungere i loro scopi.
    Una riflessione: chi sostiene il signoraggio chiede l’istituzione di una banca nazionale che sia proprietà del popolo e non di privati. Si tratta dunque di rendere pubblico ciò che prima era privato. Ma non è questo un tema di ‘sinistra’?

  5. Debora said

    Ho letto molti libri di cospirazionismo, ma questo ha un pregio particolare… è eccezionalmente completo e allo stesso tempo “lucido”… cioè “vola basso”, mantiene sempre i piedi sul terreno dei fatti e delle prove anche se per certi versi (io l’ho letto due volte) da l’idea che Pizzuti ci abbia voluto nascondere molto più di quanto ci ha potuto rivelare.. In ultima battuta è un libro che secondo me sta riscuotendo molto successo proprio perchè ha il merito indiscusso di “sdoganare” verso il grande pubblico le tesi cospirazioniste più ardite..

  6. Simone said

    @Marco
    Che ne dici di leggere anche i link in calce (ce ne sono una 20ina) dove si spiega perché tutti vi ritengono una massa di cazzari (nazisti) ? Puoi sempre controbattere a quanto scritto, se sei in grado.

  7. Marco said

    Certo che li ho letti, Simone. Come hai notato le discussioni sono lunghe e articolate, non possono quindi essere racchiuse in un commento ad un post che non parla di signoraggio. Il signoraggio esiste, e questo è fuori di ogni discussione. Chi detiene il potere di battere moneta è in una posizione di privilegio rispetto a chi la utilizza. Lincoln e Kennedy ci hanno provato ma sono finiti male. Economisti, studiosi, professori e semplici imprenditori, spesso di diversa estrazione culturale, parlano del signoraggio definendolo una truffa. Arrigo Molinari e Giacinto Auriti lo hanno addirittura denunciato alla magistratura. Tagliare corto evitando il discorso e insultando tutte queste persone con appellativi come ‘cazzari nazisti’ dimostra tanta, tanta ignoranza.

  8. Paolo said

    Caro Simone, primo i conti ufficiali dichiarati dalle banche centrali non hanno nessun valore in quanto non soggetti a nessun controllo da parte dello stato (vedi la normativa sulla BCE e sulla FED), secondo quei “tutti” a cui ti appelli sono solo gli ufficialisti (attivissimo cicap etc.) e i libertari. Per il resto sappi che le denunce contro il signoraggio e l’impunibilità dei super banchieri delle banche centrali (sono esonerati da qualsiasi controllo giudiziario e politico sul loro operato che resta assolutamente segreto)arrivano dai membri di ogni colore politico. Il movimento libertario poi è un movimento anarco capitalista ben organizzato e molto aggressivo in odore di servizi che infesta sia internet che wikipedia per difendere il buon operato di massoni e banchieri (ovvero del NWO) Tu di quale dei due gruppi fai parte?

  9. Katrice said

    Hi, Neat post. There’s an issue with your site in web explorer, might test this? IE nonetheless is the market chief and a large section of other peeps will omit your excellent writing because of this problem.

  10. I’ve learn some good stuff here. Certainly value bookmarking for revisiting. I wonder how much attempt you place to create this type of fantastic informative web site.

  11. Hi! I know this is kinda off topic however ,
    I’d figured I’d ask. Would you be interested in exchanging links or maybe guest authoring a blog article or vice-versa?

    My blog discusses a lot of the same topics as yours and I think we could
    greatly benefit from each other. If you might be interested feel
    free to send me an e-mail. I look forward to hearing from you!
    Superb blog by the way!

  12. It’s hard to come by knowledgeable people on this subject, however, you sound like you know what you’re talking about!
    Thanks

  13. Ron said

    Now then, yup this content is really crucial and I have
    learned lot of things from it regarding blogging.
    thanks.

  14. Good post. I learn something totally new and challenging on
    websites I stumbleupon every day. It’s always helpful to read content from other authors and use something from their web sites.

  15. Lilliana said

    I think this article contains among the most vital info i’ve seen on the issue. And i’m glad reading your article.
    But want to remark on some general things, The website
    style is ideal, the articles is really nice : D. Good job, cheers

  16. Brianna said

    Fantastic items from you, man. I have be mindful your stuff previous to and you are just extremely Amazing.
    I actually like what you have got here, really like what you are saying and
    the way in which in which you say it. You are making it entertaining and you still take care of to keep it sensible.
    I can not wait to learn much more from you. This is really a wonderful web site.

  17. Way cool! Some very valid points! I appreciate you
    penning this article plus the rest of the website is
    really good.

  18. Excellent article! We will be linking to this great post on
    our site. Keep up the great writing.

  19. WOW just what I was searching for. Came here by searching for credit bureaus

  20. It is not my first time to go to see this site, i am browsing this site dailly
    and get nice data from here all the time.

  21. Mowed front and back lawns, time for a sidetracked morning going through the articles on here.
    .. may have to pop to the dump with some scrap though!

  22. […] casta di banchieri che domina il mondo. Di Marco Pizzuti, Edizioni Il Punto d’Incontro, 2009. https://marcomessina.wordpress.com //= 360 ) { av_size = '336X280'; } else { av_size = '300X250'; } } var […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: