Spazio Libero

La verità è sempre la correzione di un errore, e quindi l'errore fa parte della verità. (Giuseppe Prezzolini, 1980)

Benetazzo ad Anno Zero. Quando la tv non rispetta la Rete.

Posted by Marco su 13 ottobre, 2008

Con mia grande sorpresa, venerdi sera Eugenio Benetazzo era ospite di Anno Zero su Raidue. ‘Finalmente una voce indipendente, una voce fuori dal coro!’, ho pensato. Era ora che uno tra i personaggi più stimati e popolari in Rete si confrontasse con la tv e i suoi soldati mediatici. L’attesa per le sue parole era tanta. Oggetto della puntata era la crisi finanziaria che tiene banco in questi giorni. Una crisi che Benetazzo aveva previsto molti mesi prima. Pane per i suoi denti, quindi. Ma il suo intervento, dal pulpito della balconata riservata al pubblico, è stato relegato in fondo alla trasmissione, negli ultimi minuti che precedono le consuete vignette di Vauro che concludono la trasmissione. Infatti, dopo una frettolosa e superficiale presentazione del personaggio, a cura di una giovane presentatrice che dimentica perfino di citare il nome di Benetazzo, il giovane e ‘anonimo’ esperto di finanza inizia ad elencare le cause che a suo dire hanno portato alla crisi attuale. Le sue parole però vengono continuamente interrotte e coperte dalla voce di Santoro, spalleggiato dalla impreparata presentatrice, che liquida in maniera altezzosa e saccente le argomentazioni di Benetazzo incitandolo a chiudere presto il suo intervento nonostante durasse già pochi minuti. Benetazzo, quindi, visibilmente emozionato, si è trovato costretto a condensare il suo pensiero, vasto, documentato e oggetto di show finanziari e libri, in pochi istanti, con il risultato scontato di apparire semplicemente un pazzo catastrofista. Stessa sorte, ricordo, toccò a Piero Ricca, a cui fu riservato un posto tra il pubblico e pochi minuti di intervento. L’atteggiamento irriguardoso di Santoro, in perfetto stile Costanzo, nei confronti di Benetazzo è sintomatico di una televisione tendenzialmente distante dal mondo della Rete e che manca di raccogliere i segnali innovativi e intelligenti che spesso il web offre. Restando fermo dell’opinione che la televisione italiana abbia un forte bisogno di Anno Zero e del suo giornalismo di inchiesta, ritengo grave, per un programma che si fa paladino di Beppe Grillo e Marco Travaglio, che devono tanto della loro popolarità alla Rete, non dare spazio e importanza a personaggi come Piero Ricca e Eugenio Benetazzo.

6 Risposte to “Benetazzo ad Anno Zero. Quando la tv non rispetta la Rete.”

  1. lesath said

    caro marco,

    questo non mi piace della televisione, limità il diritto di dire la verità e la stessa vene plasmata a piacimento e libero arbitrio del conduttore. per questo ho aperto il mio bog giornalistico, seguiterò a navigare nella rete che a mettermidietro una telecamera che ti mette i bip bip quando stai per dire cose che comprometterebbero la stabilità economica di un paese… grazie del tuo interveto, spero si possa diventare buoni amici… che dico!!.. ottimi!!!

    ethan

  2. Marco said

    Ciao Ethan,

    i ‘bip bip’ li mettono solo alle parolacce. I fatti, le testimonianze e le cronache scomode vengono semplicemente fermate sul nascere o nascoste ad orari scomodi.

  3. carloreggiani said

    Vi invito a seguire Benetazzo direttamente dalla sua voce alla serata “Economia di Carta” organizzato del Meetup di Creazzo: http://pervillafranca.wordpress.com/2008/10/20/linformazione-passa-per-eugenio-benetazzo/

    karlo

  4. Marco said

    Ciao Karlo.
    Grazie per la segnalazione. Purtroppo Benetazzo non è ancora passato dalle mie parti (Milano), ma se dovesse farlo sarò felice di ascoltarlo. Una annotazione: la definizione ‘il Beppe Grillo dell’economia’ è stata data a Benetazzo molto tempo fa quindi l’idea dei ragazzi del meetup non è nuova. Per il resto che continuino così: personaggi così devono essere pubblicizzati.

  5. Abramo Carlesso said

    Salve, ho trovato questa pagina cercando due parole su google “benetazzo” e “”zeitgeist”.
    Ho avuto modo di ascoltare le parole di Benetazzo in una sala teatro delle mie parti (Bassano del Grappa) e sono rimasto profondamente colpito dalle sue parole, dalle numerose informazioni date, dai collegamenti con numerosi aspetti del nostro quotidiano come per l’inquinamento, l’agricoltura, lo sfruttamento, la carne😛 etc…
    Davvero tante, troppe informazioni direi, in sole due ore.

    Una cosa in particolare mi ha colpito ed è il fatto che Benetazzo abbia anche menzionato, ed addirittura (se ben ricordo) utilizzato, un piccolo spezzone tratto da “Zeitgeist:Addendum” che avevo precedentemente già scaricato e visto con grande interesse. Sono rimasto allibito da quanto illustrato da Peter Joseph nel documentario in merito al funzionamento reale del sistema monetaristico al punto tale da aver difficoltà a crederci. Una mano per togliermi queste perplessità mi è stata data da Benetazzo stesso durante il suo spettacolo scegliendo tra le fonti proprio Zeitgeist:Addendum. Un’ulteriore “prova” per togliermi tutte le perplessità di dosso è stata la visione di questa puntata di “Rebus” incentrata proprio sui contenuti del documentario e commentata (appoggiata) da tre personaggi presenti in studio durante la trasmissione tra cui proprio Eugenio Benetazzo. Eccola qui (sono 5 parti) vi consiglio di guardarla tutta: http://www.youtube.com/watch?v=Bm-4x_-AJxs

    Vi scrivo solamente per dirvi che sottoscrivo in pieno il post di Marco in merito al comportamento avuto da Santoro verso Benetazzo.

    Sono abbonato ad Il Fatto Quotidiano dall’inizio delle pubblicazioni (23 sett ’09) e per ora (spero di non sbagliare) non ho avuto modo di trovare sane spiegazioni ed approfondimenti su argomenti importanti come quelli discussi da Benetazzo o addirittura Zeitgeist. Sono un ragazzo di 25 anni e piano piano personaggi come Santoro, Travaglio, Biagi ed ora anche Benetazzo sono diventati per me degli esempi di trasparenza e di voglia di andare a fondo delle cose sfidando se necessario anche quelle che si fanno chiamare “istituzioni” o “autorità” ma sono deluso del fatto che – ad oggi – l’informazione de “il Fatto quotidiano” non abbia dedicato almeno un paio di pagine per descrivere alcune di queste cose, cose che sono gravi almeno (almeno!) quanto la mafia, quanto Berlusconi, etc…
    Piuttosto di mettere il palinsesto televisivo in penultima pagina (mi basta controllare nel televideo) preferirei qualche articoletto, anche a rate, su queste “cosucce”…

    Santoro non è stato per nulla corretto verso Benetazzo, spero un giorno abbia il modo di “rifarsi”, con Benetazzo stesso ovviamente, perchè entrambi lo meritano.

    Vi ringrazio.
    Abramo C.

  6. Marco said

    Ciao Abramo.

    La lettura de Il Fatto Quotidiano non ti aiuterà mai a capire chi ci governa davvero, chi prende le decisioni che i politici ci presentano, chi è il vero Potere. Travaglio, Gomez, Barbacetto, ecc… sono abili nell’occuparsi di mafia, giustizia e politica italiana. Dicono e scrivono cose condivisibili e importanti. Ma è necessario andare oltre, molto oltre. Benetazzo è un analista finanziario di ottimo valore. Attraverso i suoi libri è possibile comprendere i meccanismi finanziari che hanno causato la crisi attuale, dal signoraggio fino ai mutui sub-prime. 5 minuti di Benetazzo valgono due mesi di puntate di Porta a Porta.

    Se vuoi capire davvero come stanno le cose, non rinnovare l’abbonamento al giornale di Travaglio (i ‘Passaparola’ e gli interventi televisivi sono più che sufficienti a conoscere il suo pensiero), ma guarda i documentari di Alex Jones e John Pilger, leggi Chomsky, Barnard o Chossudovsky, visita siti come Voltaire.net, Global Research e Democracy Now.
    Sulla dx troverai linkati numerosi altri importanti siti di informazione italiani e internazionali.

    Ciao.

    MM

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: